Santo del Giorno: chiusura definitiva del servizio

Mi dispiace veramente tanto, ma dopo anni di onorato servizio (gratuito) il widget del santo del giorno chiude.

Ho provato piacere nel pensarlo, crearlo e renderlo disponibile a tutti gratuitamente, anche se nel corso degli anni è successo di tutto:

In passato ho cercato anche di monetizzare questo servizio del santo del giorno che è usatissimo (vedi report Analytics www.acor3.it Pages 20130928-20131028 PDF) ma di fatto oltre a ringraziare:

  • Giuliano Romano
  • Luca Martino (Pico Paco)

che mi hanno sostenuto all’epoca, oggi dopo 7 anni di onorato servizio, chiudo i battenti.

No me ne vogliano gli altri 733,553 utilizzatori che non mi hanno donato nulla (probabilmente neanche sanno chi è l’autore).

Da domani testerò i feedback sia sugli analytics sia via email. Vi tengo aggiornati.

21 risposte a “Santo del Giorno: chiusura definitiva del servizio”

  1. Sono rammaricatissimo. Ho sempre pensato che questo servizio fosse gestito da una organizzazione religiosa o laica che avesse adeguate risorse per sostenere i costi ed il lavoro necessario a gestire il sito. La domanda sorge spontanea, come amava dire il buon Lubrano, ma perchè non è mai stato fatto alcun cenno sulla questione che mi sembra oggettivamente importante. E poiché sono certo di non essere il solo interessato alla continuazione di questo servizio, ti invito a “testare” le note come questa e sulla scorta del loro numero a fissare un canone di abbonamento che copra tutti i costi, compresa ovviamente la tua prestazione professionale. Sono convinto che i numeri consentiranno di fissare una quota abbordabile da tutti, anche in un momento di crisi come quello attuale. Attendo fiducioso un cenno di positivo riscontro.Cordialità.
    P.S. Per facilitare le operazioni di versamento delle quote, non sarebbe male prendere contatti con Paypal.

    1. Ciao Francesco, in passato ho cercato il finanziamento con donazione paypal ma con esiti esigui (2 euro totali).
      Ho cercato di contattare tutti i webmaster dei siti che so usano/usavano il servizio ma senza esito.
      Ora credo di aver attirato l’attenzione.

  2. Che peccato che hai chiuso.. sono anni che su http://www.acvittorioveneto.it compare il santo del giorno grazie a te.

    Non ho capito xk non hai messo insieme un sistema di donazioni forzato (tipo wikipedia).

    O annunciando la chiusura del servizio..

    O riapri mettondo a pagamento 1 euro 🙂 1 x 733,553 non sarebbe male!

    A presto

    Marco

    1. Ciao Marco… il sistema di donazioni paypal da 1 euro l’ho messo…
      Al”epoca ho pensato: è un servizio ottimo veloce e non invasivo, sicuramente 1 euro me lo doneranno!
      Ma hanno donato solo in 2 (e ancora li ringrazio)
      Ora infatti sto seguendo i tuoi suggerimenti: ho annunciato la chiusura del servizio.
      Se sarete in tanti a richiederlo, potrei spendere altri giorni di sviluppo per creare un sistema vincolato, chi offre avrà il servizio garantito per il suo sito web.
      Vedremo

      1. Ciao Marco, tienimi a disposizione per un piccolo aiuto, ok paaypal, anche subito, ma non interrompere, già in passato ti ho scritto senza tua risposta, gradita risposta anche via mail info@teleradionews.info o facebook teleradionews – ciao e grazie

        1. solo oggi scopro questa bella realtà dietro un servizio che pensavo anch’io fosse gestito da qualche organizzzazioe e non da un singolo. Non so se per te sia solo questione di sostegno economico o anche di tempo, visto che di sicuro ce ne vuole..quanto al primo direi che potresti ritentare…sapendolo anch’io potrei dare qualche contributo…certo spesso la gente neanche ci pensa a cosa ci sia dietro a un servizio altrimenti penso che qualche generosità in più sarebbe venuta!! saluti
          maurizio salmaso

    1. Ciao Francesca la decisione è maturata dopo tanto sbattimento e in 7 anni tanto del mio tempo libero messo a disposizione gratuitamente. Siccome ho provato in passato a chiedere un euro come donazione e in pochi mi hanno sostenuto (solo due che ringrazio ancora), in questi giorni ho deciso che il servizio non aveva più ragion di esistere con questi presupposti.
      una domanda tu dove lo usavi il santo del Giorno?
      Siccome lo hanno chiesto anche altri, tu saresti disposta a pagare 1 euro per riaverlo?

  3. seguivo il sito tramite igoogle e non sapevo fosse un sito privato,pensavo ad un applicazione di google, tienimi informato se decidi in qualche modo di continuare e complimenti per l’iniziativa.

    1. Stessa situazione di Franco e stesso stupore degli altri. Pensavo fosse un gadget di iGoogle (che tra l’altro sta chiudendo a sua volta). Un Euro lo spendo ben volentieri, se vorrai riattivare il servizio. Ciao e grazie.

  4. ANCHE IO PENSAVO FOSSE UN SITO GESTITO DA UN ENTE RELIGIOSO.ESSENDO UNA COSA CARINA,PENSO CHE IN MOLTI DONEREMMO 1 EURO PER LA CONTINUITA’ DEL SERVIZIO,IO NON ME NE INTENDO,MA COME FARE PER ABBONARSI E RICEVERE IL SERVIZIO? FORSE CON UNA PASSWORD?

  5. Ripensa la tua decisione e continua questo ammirevole ed encomiabile servizio. Ti siamo tutti grati e credo che anche in Cielo abbiano sostenuto tante delle tue fatiche probabilmente ripagandoti con monete diverse per averci fatto conoscere molte delle loro storie di eroicità.
    Comunque tu decida, a te il mio grazie!

  6. Grazie per l’ottimo servizio che ci hai dato e spero
    cambierai idea.
    E’ proprio vero che quando dai le cose per scontate ti accorgi della loro importanza quando mancano.
    Concordo per un servizio in abbonamento e anche se siamo un’associazione formata da appassionati e del tutto volontaria sicuramente valuteremo il tuo ottimo servizio.
    Grazie ancora……. per favore ripensaci….
    Ciao

  7. Beh, forse, onestamente, non avrei pagato x il servizio. Però era curioso ed interessante. Anche scoprire la storia che c’é dietro. Dunque grazie, hai fatto una cosa simpatica, utile e ti va riconosciuto. Bravo. 🙂

  8. Pensavo che dietro ci fosse il Vaticano ma vedo che non è così; peccato era interessante a volte scoprire chi fosse stato il Santo.

  9. Sinceramente il nostro webmaster ce l’ha inserito e non avevo idea di chi fosse, ma noi siamo disponibili a pagare 1 licenza per noi e altre 10 per qualche associazione a tua scelta che non può permetterselo. Sinceramente pensavo che ci fosse dietro la curia.
    Hai provato a contattare la Curia per spiegarlo in quanti seguivano.
    Nel week end farò un articolo sulla chiusura del Santo del Giorno.

  10. Ripensaci, non avevamo la più pallida idea che dietro ci fosse un privato, è una cosa estremamente pregievolecomunqu siamo disposti per abbonarci anche noi

  11. Io non pagherei 1 euro, penso che per un servizio religioso gratis sia più coerente.
    Ti invito cmq a riflettere su questa cosa: hai avuto 700.000 download?
    Secondo me il tuo raccolto non erano i soldi, ma i download stessi!
    Tu dici: “che me ne faccio, se non pagano?”.
    Beh, la gente su internet mi riferisco a webmaster e blogger impazzisce per scalare le classiche google ed avere “visibilità” (la quale non rende mai 1 cent!), tu questa visibilità l’hai avuta, come un incompreso terno al lotto, e non l’hai saputa sfruttare! Perdona la mia nota acidula.
    Se è vero che hai avuto 700.000 contatti NATURALI (cioè la gente ti ha cercato e trovato un tuo servizio su google), pensa: a quanti di essi sarebbe potuto interessare l’acquisto di 10 kili di carciofi a 5 euro, se gliel’avessi proposto?
    Anche se solo 1 avesse detto “va bene acquistiamo i carciofi di acort3”, ecco che il tuo reddito sarebbe stato superiore ai 2 euro.
    Non potevi con le tue abilità informatiche, strappare una visita ad una sola “landing page” (pagina-vetrina), PRIMA dello scaricamento sempre gratuito dello script??
    Servizio religioso il “santo del giorno”? Invece di proporre carciofi, proponi un libro di catechismo! Che ne so. Insomma, se i contatti strappati a google sono stati veramente 700.000 e tu hai ricavato solo 2 euro, credo ti sia passato un treno della salvezza accanto e non te ne sei accorto.
    Quand’anche avessi imposto il pagamento non di 1 euro ma di 1 centesimo. Oh, questo si che l’avrei pagato!
    700.000 download per 1 euro cadauno fanno 700.000 euro.
    Volevi diventare ricco alle spalle del santo del giorno? 😉 😀
    Invece, con 1 solo centesimo pagato una tantum (una sola volta), avresti ottenuto oggi 7.000 euro, non 2 euro!
    Se poi avessi imposto pagamento tassativo di 1 centesimo l’anno. Ogni anno avresti “guadagnato” 7.000 euro.
    Tutto questo perchè 1+1 centesimi l’anno è molto molto abbordabile.
    E’ molto molto importante, secondo me, che alcuni servizi rimangano frutiti gratis dal pubblico, ma per te che avevi la palla di cristallo di 700.000 contatti, si venne a creare una magica, magicosissima possibilità: la possibilità di ottenere un reddito rilevante, NON PESANDO SULLE TASCHE DEI SANTI DEL GIORNO! Infatti, ripeto 1 centesimo lo si trova per terra e talvolta neppure si prende! (io mi secco a piegare la schiena).
    Insomma l’equazione è: TANTO PIù GRANDE E IL PUBBLICO CUI SI RENDE UN SERVIZIO, TANTO PIU’ BASSO E’ IL PREZZO CHE IL PUBBLICO PUO’ PAGARE PER QUEL SERVIZIO, garantendo COMUNQUE un entrata al creatore di quel servizio.
    Non so se si è capito ma lo ripeto: 700.000 contatti sono una grande cosa.
    Adesso non so se potrai recuperare le fila della tela che hai gettato lontano da te. Ti ho trovato cercando su google “widget santo del giorno” e mi trovo la tua “landing page” malissimamente sfruttata, giacchè c’è il tuo articolo con un “servizio chiuso” al termine.
    Beh, se non ti piacciono i carciofi metti: “vendita di zucchine” dopo “servizio chiuso”, e forse sei ancora in tempo per monetizzare il tuo script!
    Ti consiglio di fare presto.
    Memore di quei 700.000 download, Google ancora ti ricorda e ti propone nelle prime pagine, ma non ci conterei ab aeternum. Google è una piattaforma in continua ridefinizione, e se l’algoritmo domani dovesse essere modificato potrebbe accorgersi che la tua è una pagina “fasulla”, poco utile per l’utente potrebbe essere gettata “nell’inferno di gooogle”, dove blog ed articoli prosperano senza essere letti da nessuno.
    Oh, così tanti blogger scrivono e scrivono e scrivono giorni e anni per provare a diventare qualcosa agli occhi di google, tu un solo script hai fatto e hai ottenuto 700.000 contatti.
    Ti consiglio di fare presto.
    Quando cerco su google “widget santo del giorno”, già trovo un tuo rivale. Magari, tu fanne uno migliore. Io ne cerco uno anche con la fase lunare, ad esempio!
    Ciao!

    1. Ciao Francesco, visto che tanti come te non pagherebbero per un servizio del genere sappi, che ora non c’è bisogno di cercare un concorrenza… i widget li mette a disposizione il sito dell CEI (se ti vanno bene cosi come sono)
      http://www.chiesacattolica.it/chiesa_cattolica_italiana/info_e_servizi/00027161_Widget.html

      mi dispiace che tu non veda oltre… io ho maturato questa decisione dopo aver fatto questo esperimento sociale stravagante: chiedere un modico compenso (1 euro) per un servizio.

      il risultato è stato quello che presupponevo/temevo: internet è effimero, infatti questo stato delle cose porta la gente a pensare che tutto su internet è gratis e che tutto è dovuto, la cosa che non mi trova d’accordo su una tua affermazione è che:

      “che per un servizio religioso gratis sia più coerente”

      perché e sopratutto coerenza rispetto a cosa? il lavoro e il tempo di uno sviluppatore non ha valore se il suo operato è in merito a prodotti religiosi?

      i tuoi conti su la remunerazione di un widget javascript faccio fatica a comprenderli, non volevo ottenere miliardi di euro… solo 1 euro dalle persone che lo usavano… pensa quanto sono stupido 🙂

      della fama e della notorietà non me faccio nulla.. non ho creato il santo del giorno per questo e qualora il mutevole google mi togliesse dagli indici ben venga, ho chiuso il servizio apposta ed è giusto anche che scompaia nell’oblio.

      capisco che la tua nota acidula fa il paio con un detto romano che dice: “chi c’ha il pane nun cià i denti”, ma che ne sai e chi ti dice che io avessi voluto mangiarlo sto benedetto pane… magari neanche mi piace. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.